RIQUALIFICAZIONE GRIGIA COME IL CEMENTO

20 marzo 2006 di admin Lascia un commento »

VERDI DI CESENA
Consigliere comunale Davide Fabbri

RIQUALIFICAZIONE GRIGIA COME IL CEMENTO

CESENA: PRESENTATO IL PIANO DI COSIDDETTA RIQUALIFICAZIONE URBANA NEL COMPARTO EX MERCATO ORTOFRUTTICOLO

Ieri sera è stato presentato in Commissione Consiliare nel Municipio di Cesena il piano di cosiddetta riqualificazione urbana di un’area molto vasta (23 ettari) di grande importanza per la città .
L’intervento previsto comporta una trasformazione urbanistica in variante al PRG, una operazione immobiliare che, per il valore delle aree in campo, è senza precedenti a Cesena.
VERDI DI CESENA
Consigliere comunale Davide Fabbri

RIQUALIFICAZIONE GRIGIA COME IL CEMENTO

CESENA: PRESENTATO IL PIANO DI COSIDDETTA RIQUALIFICAZIONE URBANA NEL COMPARTO EX MERCATO ORTOFRUTTICOLO

Ieri sera è stato presentato in Commissione Consiliare nel Municipio di Cesena il piano di cosiddetta riqualificazione urbana di un’area molto vasta (23 ettari) di grande importanza per la città .
L’intervento previsto comporta una trasformazione urbanistica in variante al PRG, una operazione immobiliare che, per il valore delle aree in campo, è senza precedenti a Cesena.
Si evidenzia fin da subito la drammaticità  del degrado della cultura urbanistica della nostra città .
Col piano si vanno ad occupare aree dismesse (come quelle dell’ex Mercato) ed aree da trasformare, aumentando notevolmente il carico urbanistico, appesantendo ulteriormente la nostra già  satura città .
Si pensi che dei 23 ettari dell’area, solo 6 ettari sono di verde: non un polmone verde necessario alla nostra città , ma aree verdi a ridosso della Secante, pertanto già  in zona inedificabile e non di qualità .
Il piano prevede: un nuovo quartiere residenziale nelle aree private Agrifrut – Sais – Pieri – Montecatini (nuovi 500 appartamenti! e pensare che nella nostra città  vi sono la bellezza di 3800 alloggi sfitti!), destinazioni terziarie – direzionali – commerciali nell’area pubblica dell’ex Mercato.
Quando le nuove edificazioni non portano vantaggi importanti per la collettività , allora il sostantivo corretto da utilizzare non è riqualificazione, ma potenziale speculazione, e cioè edificazione per rendita privata, con poche contropartite di opere pubbliche.
Anche questo piano (come quello limitrofo dei condomini al posto dei capannoni Manuzzi in viale Europa), esprime una cultura urbanistica che non appartiene ai Verdi.
Per noi riqualificazione sono interventi che portano benefici ambientali, di aumento della vivibilità , con case a prezzi contenuti e dignitosi, con tanto verde e spazi pubblici: nulla di tutto questo è previsto.
Per la Giunta Comunale di Cesena il Piano urbanistico è visto come opportunità  edilizia e non come strumento per far vivere meglio i propri cittadini.
Con questo piano, riemerge una concezione ambigua della riqualificazione, che i Verdi condannano isolatamente da anni.
Per noi questi piani non sono sostenibili e difendibili poichè occupano gli spazi dismessi con sempre nuove edificazioni non necessarie; non si valuta il territorio come risorsa limitata; prevalgono interessi privati ed immobiliari rispetto agli interessi pubblici.
Giovedi 23 marzo ci sarà  la discussione politica in Consiglio Comunale.
Speriamo che almeno i partiti della sinistra (Rifondazione Comunista e Comunisti Italiani), assenti in Commissione, esprimano in Consiglio Comunale osservazioni critiche a questo ulteriore piano di cemento.
I Verdi presenteranno diverse proposte per migliorare la qualità  dell’intervento.

Davide Fabbri
Consigliere comunale dei Verdi di Cesena (FC)
Candidato alla Camera – elezioni del 9 aprile
tel 0547.600294 – 333.1296915

Pubblicità

Lascia un commento