Anche in via Piancastelli si faccia la stessa manutenzione stradale di Vle Roma

23 dicembre 2008 di admin Lascia un commento »

I VERDI : BASTA CON GLI INTERVENTI CERVELLOTICI E PROVOCATORI.

IN VIA PIANCASTELLI SI FACCIA LA MANUTENZIONE STRADALE COME IN VIALE ROMA DOVE PURE I PINI SCONNETTONO IL MANTO DELLA STRADA E DELLA PISTA CICLABILE

Da alcuni giorni, dopo che il Comune è stato costretto a ritornare sui suoi passi, ammettendo che gli alberi in via Piancastelli sono perfettamente sani e che non si possono abbattere alberi sani, gli oltranzisti della sega tentano ora di provocare disagio nella popolazione con cervellotici interventi di transennamento anziché fare quello che dovrebbe essere fatto.

Dopo avere collocato nei giorni scorsi, in modo del tutto occasionale, dei segnali di divieto di sosta e fermata lungo tutta via Piancastelli, facendo si che il traffico aumentasse di intensità e velocità con maggiori pericoli i pedoni e i residenti, da ieri mattina sono apparse delle transenne che restringono la sede stradale e in taluni casi, obbligano i pedoni a scendere dal marciapiede col rischio che questi siano falciati da un’auto in transito.

Se questo dovesse accadere, la responsabilità, al di la dei cartelli e delle transenne, non potrà che ricadere sulla testa di chi ha pensato e voluto questa soluzione a dir poco priva di senso.

Con questo metodo barbaro la società che ha in gestione la manutenzione stradale e il Comune pensano di scansare le loro responsabilità che potrebbero derivargli da qualche incidente causato dall’asfalto sconnesso e contemporaneamente sperano che i disagi provocati ai residenti e a coloro che transitano in via Piancastelli determinino una pressione sull’amministrazione comunale dandole così il pretesto per via libera al taglio degli alberi.

Sono questi esempi di pessima amministrazione e di irresponsabilità che non possono imbrogliare nessuno. In via Piancastelli deve e essere fatto quello che viene fatto lungo viale Roma dove pure esistono pini le cui radici superficiali sollevano l’asfalto sia sulla strada di grande traffico sia sulla pista ciclabile.

In corrispondenza di queste sconnessioni della sede stradale, la medesima ditta che ha in gestione le strade cittadine provvede alla realizzazione di “toppe” mantenendo così scorrevole e sicura la strada senza sconnessioni e conservando contemporaneamente le alberature.

Invitiamo quindi il Comune a fare il suo dovere, a riparare, per il momento, l’asfalto, così come avviene in viale Roma e in tante altre parti della città in corrispondenza delle parti sconnesse e nel frattempo a predisporre un progetto esecutivo per fare anche di via Piancastelli una zona nella quale non prevalga il traffico di attraversamento, con un senso unico, marciapiedi più larghi e velocità finalmente ridotta come in tutti i luoghi civili.

Forlì, 23 dicembre 2008

Pubblicità
  1. Barbara Hoffmann ha detto:

    Condivido pienamente le considerazioni esposte nell’articolo nonchè il progetto per la risistemazione di via Piancastelli.
    L’eventuale abbattimento dei pini è la soluzione più facile per occultare le responsabilità relative alla manutenzione del manto stradale,come risulta evidente a quanti vengono in via Piancastelli anche come “ospiti”.Mi auguro che l’amministrazione comunale dia ancora un segno di civiltà ed efficienza adottando per via Piancastelli lo stesso provvedimento già realizzato in v.le Roma

  2. aronchi ha detto:

    Una buona notizia: anche grazie alle nostre pressioni i Pini sono salvi:

    http://www.verdiforlicesena.org/2009/via-piancastelli-gli-alberi-non-verranno-tagliati/

Lascia un commento