Interventi per l’energia pulita di Giorgio Magnani

26 gennaio 2008 di admin Lascia un commento »

I Verdi chiedono al Comune contributi per i cittadini

GAMBETTOLA. «Incentivare l’energia pulita»: i Verdi di Gambettola lanciano un appello. In particolare chiedono che venga inserita una voce di spesa nel bilancio comunale di previsione che verrà discusso nei prossimi giorni ed in vista del completamento della nuova ala del complesso scolastico.

Incentivare il risparmio energetico. Un messaggio chiaro e diretto alla giunta di Garavina che i Verdi appoggiano indirettamente non avendo propri rappresentanti in consiglio comunale: «Anche una piccola città come la nostra – afferma il portavoce dei Verdi Giancarlo Biondi – ha un modo per stare al passo con i cambiamenti che stanno interessando tutta l’Europa: incentivare l’utilizzo dell’energia prodotta dalle fonti rinnovabili che permettono di diminuire la produzione di “gas serra”. L’importante è tenere in considerazione anche le sensibilità individuali, dei singoli cittadini, che possono attivare comportamenti utili ai fini di migliorare l’ambiente».

Puntare agli impianti fotovoltaici. «La Finanziaria 2007 ha disposto interessanti incentivi per il risparmio energetico e per la produzione di energia pulita – continua Biondi -. Tra le varie agevolazioni anche quella relativa all’installazione di impianti fotovoltaici, costituiti da pannelli in grado di trasformare direttamente l’energia solare in energia elettrica, evitando qualsiasi tipo di emissione inquinante. In particolare chiediamo al sindaco Garavina e all’assessore all’ambiente Maestri che anche il Comune faccia la sua parte dando sostegno ai cittadini per l’installazione sia degli impianti termici-solari che fotovoltaici per l’autoproduzione di energia dal sole».

Prevedere risorse in bilancio. «Credo che l’amministrazione comunale – aggiunge Biondi – possa mettere da quest’anno a bilancio le risorse per l’installazione di impianti fotovoltaici per la generazione di corrente elettrica per gli stessi edifici comunali e per le scuole, valutando la soluzione tecnica più adeguata e l’integrazione architettonica migliore. La finalità è iniziare a generare almeno una parte dell’energia elettrica che serve al funzionamento degli edifici pubblici. Così da contribuire al risparmio energetico e al rispetto dell’ambiente. Gli impianti termici-solari e fotovoltaici hanno molti vantaggi: non inquinano l’aria, non fanno rumore, minimizzano i campi elettromagnetici. Ma sono importanti anche interventi a favore dell’efficienza energetica negli edifici pubblici, ad esempio il contenimento del consumo di energia e del riscaldamento, così come l’utilizzo di lampade a basso consumo».

Articolo tratto dal Corriere di Romagna del 26/01/2008

Pubblicità

Lascia un commento