IL DECORO DELLA CITTA’ NON ESISTE QUANDO ARRIVANO I CIRCHI.

9 aprile 2010 di admin Lascia un commento »

manifesto-circo-smallE’ sotto gli occhi di tutti l’invasione di cartelloni pubblicitari affissi ovunque dal circo appena giunto in città.

Non si salvano rotatorie, incroci, alberature, recinzioni.
Tutti luoghi severamente vietati alle affissioni. Di norma!!
Quando arriva un circo, però, salta tutto: il decoro cittadino non viene più tutelato, la sicurezza stradale passa in secondo piano.

L’accesso agli atti ci dirà se questo scempio sia stato derogato o meno dagli uffici comunali preposti.

Fin d’ora segnaliamo, come già fatto questa mattina alla presenza di un agente in servizio della Polizia Municipale, che in molte vie principali (escluse dalla collocazione di cartelli pubblicitari in base al vigente Regolamento comunale) non solo ci sono manifesti in serie ma addirittura non rispettano la prescrizione – relativa alla prevenzioni degli incidenti stradali – di posizionamento a 2 metri dalla carreggiata e ad una altezza minima pari a mt. 2,20!!

Gli uffici della Vigilanza hanno forse derogato anche a questo vincolo?

E se sì, quale interesse generale e collettivo è stato fatto prevalere su quello alla sicurezza stradale?

Mentre l’Inghilterra si appresta a mettere al bando i circhi che sfruttano e incarcerano animali selvatici per i loro spettacoli, da noi – nel nostro “piccolo” – pare prevalere lassismo, superficialità e spregio delle regole.

Eppure abbiamo un Vicesindaco con delega alla trasparenza e alla legalità che pare non vedere nulla in questo caso pur avendo fatto di questi temi il fulcro della propria militanza politica.

Abbiamo ordini del giorno approvati all’unanimità nel vecchio Consiglio Comunale contro le affissioni abusive.

La filiera dei controlli è ben stabilita dalle leggi vigenti e i Verdi ne stanno chiedendo conto a Polizia Municipale, Servizi Veterinari Ausl, Corpo Forestale dello Stato e, in partioclare, al gruppe specializzato della Forestale, il N.I.R.D.A (Nucleo Investigativo per i Reati a Danno agli Animali) a livello nazionale.

Pubblicità
  1. andrea ha detto:

    Assurdo e scandaloso, poi quando levano le tende rimane lo sporco la mondezza per mesi.
    Spranche, fili, legni, carta e cartone nei fossi.

    E il comune cosa fa?

    Fa la multa alla locandina appesa nel negozio o alla pubblicità su un veicolo industriale perchè non paga la tassa (o non sa che c’è una tassa) …ecco cosa fa il comune.

    Boicottare via rete email il circo di Forlì.

Lascia un commento