Articoli correlati ‘Inquinamento’

Morgagni non è più nero ma l’inquinamento resta

29 Giugno 2011

Statua di G.B.Morgagni : ottimo il lavoro di ripulitura ma durerà ben poco se non si curano le cause dell’inquinamento.

Tre anni fa i Verdi avviarono una campagna di sensibilizzazione riguardante le qualità dell’aria che i cittadini forlivesi respirano, usando come testimonial due statue annerite dallo smog, quella di G.B.Morgagni nella omonima piazza di fronte alla Provincia, e quella di Icaro in piazzale della Vittoria.

Quelle statue, nere come i nostri polmoni grazie al traffico motorizzato dilagante, agli inceneritori graziosamente autorizzati dalla provincia e alle altre emissioni nocive provenienti ancora da molti impianti di riscaldamento o di altro tipo funzionanti a gasolio o a olio combustibile, sono il simbolo del pericolo che incombe sui cittadini .

Scegliemmo proprio Morgagni sia perché sorgeva esattamente di fronte agli uffici di chi aveva operato perché , invece della raccolta differenziata, Hera potesse fare i propri profitti bruciando in un nuovo inceneritore e perché da tutta Italia potesse crescere il quantitativo di rifiuti ospedalieri che vengono inceneriti a Forlì, sia perché come insigne medico, padre della medicina moderna, rappresentava un monito ed un insegnamento per gli amministratori.

Con un apprezzabile e meritorio atto il Rotary Club Forlì ha finanziato l’opera di ripulitura della statua del nostro insigne concittadino che è tornata a risplendere nel suo illuminante candore. Temiamo però che il candore durerà assai poco.

Infatti non vediamo all’orizzonte alcuna misura volta a ridurre concretamente il traffico motorizzato, impegnata com’è l’Amministrazione a promuovere nuovi parcheggi che anche i più sprovveduti sanno generatori di traffico mentre la Provincia, che quotidianamente invoca altre strade, non ha messo in campo nessuna azione volta a modificare l’autorizzazione riguardante le quantità che Hera può incenerire, visti i risultati lusinghieri della raccolta differenziata porta a porta, dei tre maggiori comuni del forlivese.

Alleghiamo, ancora una volta dati che oltre a fare riflettere dovrebbero indurre a misure assai significative riguardanti il traffico che, dispiace dirlo, non sembrano profilarsi all’orizzonte.

RIGT OR WRONG, IT IS MY COUNTRY. E’ QUESTO LO SPIRITO CHE ANIMA I VERDI CHE ANTEPONGONO AI PROPRI INTERESSI QUELLI DELLA COMUNITA’ IN CUI VIVONO

2 Giugno 2009

Ritengo che la raccolta dei rifiuti porta a porta sia uno dei problemi di una città come la nostra. Altri sono il traffico, l’espansione urbana ecc.
Ne abbiamo parlato con Balzani che ha accolto le nostre proposte su rifiuti ( porta a porta), traffico (mobilità sostenibile, protezione di pedoni e ciclisti, lotta all’inquinamento) espansione urbana (da bloccare, cintura verde, patrimonio storico recuperato, ex Eridania, ex Distretto ecc da acquisire alla città), facendone il programma della coalizione che lo sostiene. Abbiamo deciso di di mettere a disposizione le nostre forze e competenze.

Dire che siccome fino a 6 mesi fa Balzani non si occupava di rifiuti e, per questo, non farà nulla al riguardo è pretestuoso e infondato. C’è, infatti, chi rivendica di essere il solo ad avere la conoscenza del porta a porta!
Non è così ma invece di perdere tempo in questa sterile polemica vogliamo riportare l’attenzione sul vero problema: Hera, contro cui solo noi – fin dall’origine – ci siamo battuti. Per contrastarne lo strapotere servirà l’appoggio di tutti, soprattutto dei cittadini che non ne possono più di un servizio dequalificato e costoso.

Diamoci quindi tutti da fare, l’obiettivo è uno, migliorare le condizioni di vita in questa città. Continua a leggere: RIGT OR WRONG, IT IS MY COUNTRY. E’ QUESTO LO SPIRITO CHE ANIMA I VERDI CHE ANTEPONGONO AI PROPRI INTERESSI QUELLI DELLA COMUNITA’ IN CUI VIVONO

I Verdi sono diversi: CAMPAGNA ELETTORALE A IMPATTO ZERO

22 Maggio 2009

“Una persona non dovrebbe mai lasciare orme così profonde che il vento non le possa cancellare.”

I VERDI hanno deciso di impegnarsi per una campagna elettorale a IMPATTO ZERO.

Niente manifesti 6×3, niente camion vela, niente faccioni ammiccanti, niente auto strombazzanti a infastidire i passanti, niente gadget.

Una campagna elettorale basata sulla sobrietà, senza sperperi. Concentrando il proprio impegno sui contenuti, sui programmi e le battaglie civili e, se possibile, sull’esempio.

E così I Verdi si impegnano anche a compensare con alberi da piantare nel nostro territorio e nella stagione adatta la carta consumata e la CO2 prodotta per stampare manifesti, volantini e programmi ed effettuare gli spostamenti necessari, quando non possibili con mezzi ecologici. Continua a leggere: I Verdi sono diversi: CAMPAGNA ELETTORALE A IMPATTO ZERO

Io parlo verde!

20 Marzo 2008

5 Giornate Verdi: energia, inquinamento, carovita, diritti animali, clima.

Oggi – 20 marzo 08 – è dedicata all’energia: come produrre energia spendendo meno, inquinando meno uscendo dalla dittatura del petrolio.

l’inquinamento il 26 marzo: come migliorare la mobilità intorno e dentro le città,
facendo respirare davvero tutti;

il carovita il 29 marzo: come mangiare meglio e spendere meno, togliendo agli
italiani l’ossessione (motivata) della quarta settimana;

gli animali il 2 aprile: come difendere i loro diritti in modo moderno;

il clima il 5 aprile: come realizzare un vero patto per il clima con le forze della società
civile, le imprese, i sindacati, le comunità locali, le famiglie, i singoli cittadini; perché
ciascuno contribuisca a rafforzare con il proprio impegno individuale la battaglia a favore
di politiche attive contro i cambiamenti climatici e per la tutela della biodiversità.

Questa strada è una camera a gas

14 Gennaio 2008

Questa strada è una camera a gasQuesta pagina vuole essere una raccolta di riflessioni e proposte sulle ultime iniziative dell’amministrazione Comunale, a dimostrazione che un’altra politica non solo è possibile ma è necessaria per tutelare la salute dei cittadini.

Forlì per l’inquinamento atmosferico è paragonabile a Napoli per il problema dei rifiuti per strada. La sola differenza è che i rifiuti si vedono, mentre le polveri inquinanti no. Nonostante la loro invisibilità ad occhio nudo si portano dietro un carico pesante di malattie, anche mortali, causate dalla loro elevata tossicità.

Romagnaoggi

I Sindaci dell’area fiorentina sono stati rinviati a giudizio, pochi mesi fa, dopo un’indagine proseguita per diversi mesi.

Continua a leggere: Questa strada è una camera a gas