Articoli correlati ‘Mobilità’

VERDI : ZERO MORTI SULLE STRADE. E’ QUESTA LA VERA EMERGENZA SICUREZZA. IL NOSTRO PRINCIPALE OBIETTIVO : SALVARE PEDONI E CICLISTI E FARE DI FORLI’ UNA CITTA’ EUROPEA

3 Giugno 2009

I verdi in uno dei luoghi più pericolosi per i ciclisti lasciato incompleto

Il bilancio quotidiano di morti e feriti sulle strade è impressionante ma nonostante possa riguardare ciascuno di noi, siamo nati tutti pedoni e lo ridiventiamo quando non siamo in auto, il comportamento degli automobilisti non muta e velocità, disattenzione, incoscienza e consumo di alcolici è tale da continuare a falciare inesorabilmente gli utenti della strada più deboli e indifesi. I dati sono impressionanti e per lo più si tratta di bambini e anziani.

Vogliamo sfatare un luogo comune: gli incidenti stradali non sono una fatalità che non si può contrastare.

Ridurre morti e feriti sulle strade, in particolare urbane, non solo è possibile ma è doveroso ed è compito di una Amministrazione che voglia fare della sicurezza dei cittadini il proprio obiettivo principale. Continua a leggere: VERDI : ZERO MORTI SULLE STRADE. E’ QUESTA LA VERA EMERGENZA SICUREZZA. IL NOSTRO PRINCIPALE OBIETTIVO : SALVARE PEDONI E CICLISTI E FARE DI FORLI’ UNA CITTA’ EUROPEA

Modifiche al Piano del Traffico – Sinistra Arcobaleno fortemente critica

27 Febbraio 2008

 

La discussione sul Piano del Traffico è diventata un “ingorgo”. Le proteste hanno “investito” i buoni propositi del Piano ed il suo intento di ridurre il traffico in centro storico, migliorando qualità dell’aria e vivibilità.

Anziché affrontare una valutazione sia sulla prima applicazione del Piano sia sulle fasi successive previste e quindi procedere sull’impianto strategico complessivo, si è decisa una sua modifica che allontana l’obiettivo originario.

Nel merito, esprimiamo un giudizio fortemente critico sull’apertura al traffico di C.so Mazzini e sulla mera operazione di facciata che cambia la denominazione tecnica di alcune strade senza intervenire strutturalmente nonché sulle scelte che agevolano il traffico privato di attraversamento del Centro Storico.

Non si prosegue né si completa la messa in sicurezza e l’azione concreta di prevenzione dell’inquinamento atmosferico ed acustico vicino ai siti più sensibili, le scuole materne e primarie presenti in Centro, particolarmente interessate da questo passo indietro .

Poiché non abbiamo la pretesa di poter parlare in nome dell’intera collettività rilanciamo una discussione vera, aperta ai cittadini, su un modello diverso di città, più vivibile, più sana, in cui le persone si riappropriano degli spazi urbani e ne fanno il centro delle relazioni umane.

 


Il dietro front della Giunta sulla mobilità sostenibile

20 Febbraio 2008

Mobilità sostenibile, piano del traffico, sicurezza stradale, priorità a biciclette e pedoni..

Parole … parole … parole… ma dalle parole ai fatti, ne corre!

Continua a leggere: Il dietro front della Giunta sulla mobilità sostenibile

Benvenute le associazioni in campagna elettorale

6 Febbraio 2008

Il comunicato delle associazioni dei Commercianti in difesa delle scelte del neo assessore alla mobilità Galassi arriva un giorno in ritardo: ieri sarebbe stato un ottimo scherzo di carnevale. Continua a leggere: Benvenute le associazioni in campagna elettorale

Eurozev: trasformare una vecchia 500 in veicolo elettrico

25 Gennaio 2008

Il mitico Pietro Cambi è riuscito a trovare di nuovo spazio sul sito di Repubblica.it con il suo progetto di trasformazione di una vecchia 500 in una auto elettrica a zero emissioni.
Il retrofit elettrico, questo il nome dell’operazione, permetterebbe di riciclare un numero elevato di vetture e traformare un parco veicolare da rottamare in perfetti strumenti di mobilità cittadina.

Purtroppo la legge italiana ancora non consente l’immatricolazione, se non con un passaggio attraverso il TUV e la Germania, e l’emendamento a firma dei Verdi non è passato in Parlamento.

Leggi il resto dell’articolo: Eurozev: trasformare una vecchia 500 in veicolo elettrico Mobilità – Alessandro Ronchi