Articoli correlati ‘rischio’

Ridurre il rischio idrogeologico è una priorità

20 Marzo 2010

Una delegazione di Verdi guidata dalla candidata Nicoletta Naldini si recherà nei luoghi delle recenti frane per valutare gli investimenti necessari a ridurre i rischi per la popolazione.

A livello nazionale i fondi contro il dissesto sono stati ridotti del 425%, a livello locale non vengono messe in campo politiche adeguate.

I Verdi denunciano l’eccessiva attenzione alle nuove strade, alle nuove cementificazioni, a scapito del mantenimento e della manutenzione dell’esistente e degli investimenti che sarebbero necessari per limitare i rischi del dissesto idrogeologico. Continua a leggere: Ridurre il rischio idrogeologico è una priorità

135 DEPUTATI DEL PARTITO DELLE LIBERTÀ PER UNA NUOVA LEGGE CONTRO I TUTTI CITTADINI FORLIVESI E LE ASSOCIAZIONI AMBIENTALISTE

12 Maggio 2009

Sono queste le libertà del principale partito che sostiene Rondoni!
L’hanno firmata tutti i deputati del PDL dell’Emilia – Romagna
Sia onesto e la smetta di parlare di ambiente

Libertà di inquinare, libertà di manomettere territorio, paesaggio e ambiente, libertà di mettere a rischio la salute dei cittadini anche se gli atti con cui sono assunte le decisioni e approvati i progetti sono illegittimi, è quanto hanno proposto i 135 deputati di AN e CdL , pochi giorni prima di riunirsi sotto il nuovo tetto del PdL. Ora il PdL va in commissione.

Centinaia e migliaia di cittadini forlivesi negli anni hanno usufruito della norma prevista dalla legge istitutiva del Ministero dell’Ambiente, ( presidente del consiglio Craxi, ministro Alfredo Biondi poi Zanone ), ricorrendo al TAR, in collaborazione con le associazioni ambientaliste, contro opere che illegittimamente ledevano il loro diritto ad un ambiente sano, ad un territorio non compromesso da opere spesso devastanti. Continua a leggere: 135 DEPUTATI DEL PARTITO DELLE LIBERTÀ PER UNA NUOVA LEGGE CONTRO I TUTTI CITTADINI FORLIVESI E LE ASSOCIAZIONI AMBIENTALISTE

Il Prof. Amadori ancora all’attacco dei medici che sono contrari all’inceneritore

19 Marzo 2008

Per il Prof. Amadori – oncologo, Direttore dell’IRST di Meldola – le firme di 400 medici forlivesi che non vogliono l’inceneritore “non valgono niente”! (articolo pubblicato oggi da “La Voce – Cronaca Forlì-Cesena” al momento non disponibile online).

Qualche mese fa – per contestare la presa di posizione dell’Ordine Regionale dei Medici in risposta alle esternazioni del Ministro Bersani – si espresse con toni durissimi contro la stessa professionalità dei suoi colleghi squalificandone, addirittura, le competenze messe in dubbio dall’invito a “verificare il curriculum” di tali medici!

Se tanto mi da tanto chissà mai cosa può pensare e quanto può disprezzare una posizione contraria all’incenerimento dei rifiuti espressa da semplici cittadini??!

Continua a leggere: Il Prof. Amadori ancora all’attacco dei medici che sono contrari all’inceneritore