Nella mattinata di venerdì 26 Agosto a Forlì sono state presentati i candidati della lista “Alleanza Verdi e Sinistra”, nata dalla collaborazione di Europa Verde e Sinistra Italiana con diverse reti civiche e la partecipazione di Possibile.

La Lista ha l’obiettivo di portare in Parlamento e al Governo temi e soluzioni attuali e urgenti, sui quali nessun altro partito ha saputo dare le necessarie risposte, aggravando colpevolmente la situazione.

Vogliamo affrontare e risolvere la questione climatica e ambientale, per la quale non c’è più tempo da attendere: la siccità, il gran caldo di quest’estate e la crisi energetica ne sono solo gli ultimi esempi, che se non correttamente governati aggraveranno il loro peso sulla vita degli italiani.

Allo stesso tempo, vogliamo parlare di occupazione, di diritto al lavoro, che sia di qualità, adeguatamente retribuito, sicuro, per tutte e tutti, insieme alla redistribuzione della ricchezza, per non lasciare indietro nessuno.

Una vera riconversione della nostra economia in chiave di sostenibilità permetterebbe anche di creare una occupazione stabile, di qualità, riducendo sprechi e generando benefici per tutti.

Insieme, vogliamo che i diritti civili e le possibilità siano davvero per tutte, tutti e tuttə, senza distinzione di genere, condizione sociale, personale o economica, proprio come la nostra Costituzione indica.

Per farlo, tra le nostre proposte c’è lo sblocco e l’investimento nella produzione di energia rinnovabile, investendo in sistemi di accumulo (non solo batterie ma anche pompaggio idroelettrico e idrogeno) e nella ricerca, il salario minimo, la progressività fiscale (contrapposta alla flat tax, perché chi ha di più dia di più, chi ha di meno di meno, chi non ha niente non dia niente), la patrimoniale per i grandissimi patrimoni.

Ci sono anche il matrimonio egualitario, l’eutanasia legale e la cannabis legale.

Abbiamo poi tante altre proposte che, insieme, possono realizzare un’Italia più giusta, meno diseguale, in cui le diversità siano ricchezza e non paura, in cui ambiente e territorio non siano risorse da sfruttare per il massimo profitto ma luoghi ed elementi da rispettare, perché ci ospitano e noi abbiamo il dovere di lasciarli ai nostri figli meglio di come li abbiamo trovati.

Abbiamo stilato una lista di candidature che possano rappresentare al meglio questi temi:

Camera dei Deputati

per la Camera dei Deputati capolista è Giovanni Paglia, laurea in scienze politiche, già deputato dal 2013 al 2018, responsabile nazionale economia di Sinistra Italiana.

Cristina Mengozzi, laurea in Economia, madre di una figlia e di un figlio. Coportavoce provinciale di Europa Verde, Responsabile commerciale nel settore alimentare nella Grande Distribuzione Organizzata, è promotrice della costruzione di filiere alimentari corte e sostenibili per garantire rispetto, dignità e giusto compenso a tutti gli attori coinvolti, oltre ad occuparsi della scelta di imballaggi a ridotto impatto ambientale.

Matteo Gilli, 25 anni, perito chimico attualmente iscritto alla facoltà di Chimica dell’Università degli Studi di Ferrara. Attivista della CGIL, lavora per la società Versalis, presente nel Petrolchimico di Ferrara.

Valentina Marassi, 33 anni, Docente e Ricercatrice in Chimica all’Università di Bologna, lavora allo sviluppo di metodi di biopsia liquida non-invasiva e diagnosi precoce, studia sicurezza e stabilità di nanomateriali, e come rendere ecosostenibili le analisi chimiche. Dirige lo spinoff byFlow Srl.

Attiva nel volontariato e nelle associazioni, volontaria alle Cucine Popolari e per il Telefono Amico di AUSER. Donatrice di sangue per AVIS.

Senato

Capolista al Senato sarà Giuseppe Civati, già deputato dal 2013 al 2018. Laureato in Filosofia ha conseguito il dottorato di ricerca in Filosofia presso l’Università Statale di Milano, dove ha collaborato con la cattedra di Storia della filosofia, oltre che con l’Istituto di Studi sul Rinascimento e con l’Universitat de Barcelona.

Seguono Beatrice Brignone (deputata dal 2015 al 2018), segretaria di Possibile, laureata in giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Bologna, attiva nel movimento promotore dei referendum del 2011, alla campagna “Se non ora quando?” per la parità di genere, alla battaglia per l’abrogazione della legge elettorale Calderoli. Candidata alle elezioni europee del 2019 nella Circoscrizione Italia centrale nella lista Europa Verde.

Fausto Tomei, laureato in informatica, modellista agro-meteorologico all’Osservatorio Clima di Arpae Emilia-Romagna. È stato vicepresidente del quartiere Saragozza a Bologna e responsabile regionale del forum Ambiente per Sinistra Ecologia e Libertà.

Fiorella Belpoggi, laureata in Scienze Biologiche, direttrice scientifica dell’Istituto Ramazzini di Bologna, fondato nel 1987 da Cesare Maltoni per contribuire alla lotta contro il cancro e le malattie ambientali. Esperta dei rapporti fra Ambiente e Salute, Ricercatrice in tossicologia e oncologia. I suoi interessi di ricerca includono studi a lungo termine, con particolare riguardo all’energia (combustibili, radiazioni gamma, campi elettromagnetici).

Il programma della Lista: https://verdisinistra.it/programma/


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.