La prima grande opera della quale dovremmo occuparci è la #manutenzione delle infrastrutture esistenti.

E’ inutile fare grandi nuovi progetti se non si riescono a tenere in funzione le arterie già in funzione, non solo autostradali.

Se nelle linee ferroviarie principali si susseguono guasti ad ogni evento atmosferico o se non mettiamo in sicurezza territori ad alto rischio idrogeologico.

Il problema è che la manutenzione non genera consensi elettorali: meglio tagliare un nastro in più rispetto alla sicurezza, meglio riparare e ricostruire che evitare i guasti.

L’emergenza continua genera profitti e consenso elettorale, mentre la manutenzione tiene in piedi una economia equa e distribuita.

Tu cosa ne pensi?


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × cinque =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.