Oggi Europa Verde ha presentato un progetto di legge regionale di iniziativa popolare per istituire le strade scolastiche.

Presenti alla iniziativa la prima firmataria e candidata Linda Maggiori, autrice del libro “Vivo senz’auto”, il coportavoce provinciale e candidato Alessandro Ronchi, la segretaria generale del gruppo dei Verdi Europei al parlamento UE Vula Tsetsi ed Elena Grandi, portavoce nazionale dei Verdi.

La proposta prevede la creazione davanti alle scuole di ogni ordine e grado una zona cuscinetto di rispetto e protezione, libera dalle auto.

Questo aumenterebbe notevolmente la sicurezza dei bambini e dei ragazzi portando inoltre dei benefici per la loro salute, visto l’alto tasso di inquinamento che viene registrato di fronti agli istituti scolastici negli orari di entrata e uscita degli alunni. 

Si tratta inoltre di un provvedimento importante per la mobilità sostenibile, dal momento che le auto contribuiscono per almeno il 10% alle emissioni di gas climalteranti, e per lo sviluppo dei bambini e delle loro abitudini future.

Dopo la conferenza stampa, gli attivisti di Europa Verde assieme a Vula Tsetsi ed Elena Grandi si sono recati di fronte alla statua di Icaro in Piazzale della Vittoria a Forlì, invaso a quell’ora dalla solita quantità impressionante di veicoli: auto in terza fila, parcheggiate sopra il tracciato della pista ciclabile, rigorosamente con il motore acceso.

Le strade scolastiche sono un piccolo sforzo di civiltà, un beneficio per la salute e la sicurezza dei nostri ragazzi.


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 − 18 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.