Articoli correlati ‘Traffico’

VERDI : ZERO MORTI SULLE STRADE. E’ QUESTA LA VERA EMERGENZA SICUREZZA. IL NOSTRO PRINCIPALE OBIETTIVO : SALVARE PEDONI E CICLISTI E FARE DI FORLI’ UNA CITTA’ EUROPEA

3 Giugno 2009

I verdi in uno dei luoghi più pericolosi per i ciclisti lasciato incompleto

Il bilancio quotidiano di morti e feriti sulle strade è impressionante ma nonostante possa riguardare ciascuno di noi, siamo nati tutti pedoni e lo ridiventiamo quando non siamo in auto, il comportamento degli automobilisti non muta e velocità, disattenzione, incoscienza e consumo di alcolici è tale da continuare a falciare inesorabilmente gli utenti della strada più deboli e indifesi. I dati sono impressionanti e per lo più si tratta di bambini e anziani.

Vogliamo sfatare un luogo comune: gli incidenti stradali non sono una fatalità che non si può contrastare.

Ridurre morti e feriti sulle strade, in particolare urbane, non solo è possibile ma è doveroso ed è compito di una Amministrazione che voglia fare della sicurezza dei cittadini il proprio obiettivo principale. Continua a leggere: VERDI : ZERO MORTI SULLE STRADE. E’ QUESTA LA VERA EMERGENZA SICUREZZA. IL NOSTRO PRINCIPALE OBIETTIVO : SALVARE PEDONI E CICLISTI E FARE DI FORLI’ UNA CITTA’ EUROPEA

RIGT OR WRONG, IT IS MY COUNTRY. E’ QUESTO LO SPIRITO CHE ANIMA I VERDI CHE ANTEPONGONO AI PROPRI INTERESSI QUELLI DELLA COMUNITA’ IN CUI VIVONO

2 Giugno 2009

Ritengo che la raccolta dei rifiuti porta a porta sia uno dei problemi di una città come la nostra. Altri sono il traffico, l’espansione urbana ecc.
Ne abbiamo parlato con Balzani che ha accolto le nostre proposte su rifiuti ( porta a porta), traffico (mobilità sostenibile, protezione di pedoni e ciclisti, lotta all’inquinamento) espansione urbana (da bloccare, cintura verde, patrimonio storico recuperato, ex Eridania, ex Distretto ecc da acquisire alla città), facendone il programma della coalizione che lo sostiene. Abbiamo deciso di di mettere a disposizione le nostre forze e competenze.

Dire che siccome fino a 6 mesi fa Balzani non si occupava di rifiuti e, per questo, non farà nulla al riguardo è pretestuoso e infondato. C’è, infatti, chi rivendica di essere il solo ad avere la conoscenza del porta a porta!
Non è così ma invece di perdere tempo in questa sterile polemica vogliamo riportare l’attenzione sul vero problema: Hera, contro cui solo noi – fin dall’origine – ci siamo battuti. Per contrastarne lo strapotere servirà l’appoggio di tutti, soprattutto dei cittadini che non ne possono più di un servizio dequalificato e costoso.

Diamoci quindi tutti da fare, l’obiettivo è uno, migliorare le condizioni di vita in questa città. Continua a leggere: RIGT OR WRONG, IT IS MY COUNTRY. E’ QUESTO LO SPIRITO CHE ANIMA I VERDI CHE ANTEPONGONO AI PROPRI INTERESSI QUELLI DELLA COMUNITA’ IN CUI VIVONO

Forlì: 20 ANNI DOPO . RIEVOCAZIONE STORICA DEL 1° COLPO DI PICCONE AL PARCHEGGIO “BUNKER” DI PIAZZA GUIDO DA MONTEFELTRO

20 Aprile 2009

Lunedì 20 aprile i Verdi di Forlì hanno fatto una rievocazione dello storico corteo che nel 1989, guidato dall’onorevole Anna Donati, si recò al parcheggio bunker ( allora si chiamava così) di piazza Guido da Montefeltro per dare le prime picconate ad un’opera che costituiva e costituisce ancora la vergogna per la nostra città.

Ora, a venti anni di distanza di quel gesto simbolico, che venne effettuato dopo alcuni anni dalle prime proposte di demolizione che i Verdi fecero in tutte le sedi, i picconatori sono tornati al parcheggio in piazza G.da Montefeltro , ridandoci dentro col piccone.

Naturalmente, come in tutti gli anniversari, è stata stappata una bottiglia di spumante. Continua a leggere: Forlì: 20 ANNI DOPO . RIEVOCAZIONE STORICA DEL 1° COLPO DI PICCONE AL PARCHEGGIO “BUNKER” DI PIAZZA GUIDO DA MONTEFELTRO

Modifiche al Piano del Traffico – Sinistra Arcobaleno fortemente critica

27 Febbraio 2008

 

La discussione sul Piano del Traffico è diventata un “ingorgo”. Le proteste hanno “investito” i buoni propositi del Piano ed il suo intento di ridurre il traffico in centro storico, migliorando qualità dell’aria e vivibilità.

Anziché affrontare una valutazione sia sulla prima applicazione del Piano sia sulle fasi successive previste e quindi procedere sull’impianto strategico complessivo, si è decisa una sua modifica che allontana l’obiettivo originario.

Nel merito, esprimiamo un giudizio fortemente critico sull’apertura al traffico di C.so Mazzini e sulla mera operazione di facciata che cambia la denominazione tecnica di alcune strade senza intervenire strutturalmente nonché sulle scelte che agevolano il traffico privato di attraversamento del Centro Storico.

Non si prosegue né si completa la messa in sicurezza e l’azione concreta di prevenzione dell’inquinamento atmosferico ed acustico vicino ai siti più sensibili, le scuole materne e primarie presenti in Centro, particolarmente interessate da questo passo indietro .

Poiché non abbiamo la pretesa di poter parlare in nome dell’intera collettività rilanciamo una discussione vera, aperta ai cittadini, su un modello diverso di città, più vivibile, più sana, in cui le persone si riappropriano degli spazi urbani e ne fanno il centro delle relazioni umane.

 


Il dietro front della Giunta sulla mobilità sostenibile

20 Febbraio 2008

Mobilità sostenibile, piano del traffico, sicurezza stradale, priorità a biciclette e pedoni..

Parole … parole … parole… ma dalle parole ai fatti, ne corre!

Continua a leggere: Il dietro front della Giunta sulla mobilità sostenibile