PIANO CASA – NON SI TOCCHI IL TERRITORIO AGRICOLO. POSITIVI GLI INTERVENTI PER LA RIDUZIONE DEI CONSUMI ENERGETICI

Da quello che si legge sui giornali le proposte avanzate dalla AC paiono indicare obiettivi condivisibili, pur all’interno del c.d. piano casa, ennesimo provvedimento di deregulation urbanistica che , come tutti quelli che lo hanno preceduto, porterà solo danni alla collettività e al territorio.
Quindi legare la riduzione dei consumi energetici agli ampliamenti è senz’altro un fatto molto positivo che i verdi apprezzano.
Per quanto riguarda le case agricole vorremmo sottolineare due questioni che a nostro avviso dovrebbero indurre il sindaco ad un atteggiamento di massimo rigore : il piano regolatore vigente pare aver individuato numerosi edifici di interesse storico – testimoniale, la cui tipologia merita di essere conservata . (altro…)

Elezioni: Bulbi fuori stagione: Adesso sono a riposo

“Un piccolo imbroglio, ma anche un segno di impreparazione: Bulbi regala appunto bulbi, ma trae in inganno gli elettori a cui li consegna”. Ad affermarlo è Sauro Turroni, candidato alla presidenza della provincia di Forlì-Cesena affiancato dal Professor Fabio Semprini, naturalista e membro, tra l’altro della Società per gli studi naturalistici della Romagna.
I supporter di Bulbi stanno regalando sacchettini di bulbi di gladiolo con lo slogan “Se son bulbi fioriranno”. “Ma quale fioritura? – esordisce Semprini – piantare bulbi in questa stagione è botanicamente del tutto sbagliato. Tutte le bulbacee ai primi di giugno hanno già terminato la fase di fioriura e ora inizia il loro periodo di riposo. L’unico bulbo che, se interrato ora, fiorirà tra fine agosto e i primi di settembre è il colchico, famoso per essere una delle piante più velenose in Italia!”. (altro…)

Aria Pulita, Politica Pulita

Icaro: Aria Pulita Politica Pulita #3

Succede di rado che il nostro sguardo si soffermi sull’immobile gigante che ogni giorno ci vede sfilare nelle auto, in bici o camminare ai suoi piedi. Se lo guardassimo vedremmo il suo petto e il suo volto neri per il deposito di polveri inquinanti che si depongono quotidianamente.

Le stesse polveri che noi cittadini forlivesi siamo costretti a respirare ogni giorno.

Le polveri sottili superano il livello limite di 50 micro grammi ogni mc. con una media impressionante di oltre 70 volte all’anno negli ultimi 4 anni. Il 2008 è stato leggermente migliore sugli sforamenti, ma la media giornaliera è attorno ai 35 mg/mc come gli anni precedenti.

Nonostante il 2009 si sia presentato con tempo piovoso e vento sostenuto nei primi 85 giorni il livello di 50 micro grammi medi giornalieri è già stato superato in 22 volte.

Il Cancro del Marmo

La superficie esterna dei marmi, originariamente costituita da purissimo carbonato di calcio, si trasforma con lo smog in solfato di calcio, una sostanza che mangia la pietra e la riduce in polvere con un processo non reversibile a causa della mancanza di sistemi di autorigenerazione.

Il solfato di calcio si forma a causa del biossido di zolfo contenuto nei gas di scarico delle automobili e degli impianti di riscaldamento domestico. L’acido si deposita nella pietra, che tende a desquamarsi.

L’utilizzo del metano e la diminuzione della quantità di zolfo contenuta nel gasolio e negli altri combustibili permettono una diminuzione delle emissioni dell’uomo causate da riscaldamento, traffico. (altro…)

VOGLIAMO BATTERE LA CRISI ? FACCIAMO UN BEL RALLY NEL PARCO NAZIONALE DELLE FORESTE CASENTINESI MONTE FALTERONA E CAMPIGNA

Con la scusa della crisi e delle difficoltà economiche nel Bel Paese anziché promuovere le nuove politiche dello sviluppo sostenibile che ormai stanno diventando obiettivi generalizzati dei paesi avanzati, a cominciare dagli USA e che noi verdi incoraggiamo da sempre, chi ci governa a livello nazionale e locale pensa invece di uscire dalla crisi svendendo il territorio, i suoi beni più preziosi, promuovendone il saccheggio.

C’è chi cerca di aprire alla caccia le foreste demaniali, e chi come per il gioiello del nostro Appennino, il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna, coperto da foreste maestose e millenarie, pensa bene di organizzarvi un bel rally. (altro…)